BannerScacchi!Banner


Catalogo delle aperture - Difesa Francese

C00Difesa Francese
 Vantaggio del BIANCO:Non Disponibile

La Difesa Francese è un'apertura molto antica, dato che ad essa si accenna già nei trattati di Polerio e Greco, ma fu valorizzata soltanto verso il 1830 dai giocatori francesi, specialmente da La Bourdonnais. Caduta in disuso nel periodo romantico, durante il quale imperavano le aperture della Partita di Gioco Aperto, questo impianto di gioco riprese vigore per merito di Rubinstein e Nimzowitsch. Tuttavia furono gli scacchisti della scuola sovietica a trovare nuove vivaci varianti, infondendo un vero e grande interesse per la Difesa Francese.
Oggi tale apertura, dopo la Difesa Siciliana, è una delle linee di gioco più frequentemente adottate dal Nero contro l'apertura 1 e4 del Bianco.

Strategicamente parlando, il piano del Nero consiste nel preparare la spinta Pd7-d5 tramite la mossa di preparazione Pe7-e6, col fine di sbarrare la diagonale a2-g8 all'Alfiere campochiaro avversario, che solitamente trova il suo piazzamento ideale nella casa c4. Inoltre in questo modo, nel caso il Bianco decidesse di cambiare i Pedoni centrali, il Nero non sarebbe costretto a riprendere il Pd5 uscendo prematuramente con la Donna, che risulterebbe esposta agli attacchi dei pezzi bianchi. A questi vantaggi, tuttavia, il Nero deve aggiungere uno svantaggio non da poco, ovvero la difficoltà di sviluppare in maniera proficua il proprio Alfiere campochiaro. In effetti, è esattamente questo il fulcro su cui in genere ruota la lotta fra i due colori in questo impianto di gioco.

1 e4, e6;

Difesa Francese  Posizione base della Difesa Francese


Ecco le principali continuazioni:
  • 2 b3 (variante Reti)
  • 2 c4 (variante Steiner)
  • 2 d3, d5; 3 Cd2 (variante chiusa)
  • 2 d4, ...
    • 2 ..., c5; 3 d5 (sistema Franco-Siciliano)
    • 2 ..., d5;
      • 3 Cc3, ...
        • 3 ..., Ab4; (variante Nimzowitsch)
        • 3 ..., c5 (variante Marshall)
        • 3 ..., d:e4 (variante Rubinstein)
        • 3 ..., Cf6;
          • 4 Ad2 (Gambetto Müller-Zhuravlev)
          • 4 Cge2 (variante Alekhine)
          • 4 e5 (variante Steinitz)
          • 4 Ag5, ...
            • 4 ..., Ab4 (variante Mac Cutcheon)
            • 4 ..., d:e4 (variante Burn)
            • 4 ..., Ae7;
              • 5 e5, Cfd7;
                • 6 A:e7 (variante classica)
                • 6 h4 (Attacco Chatard-Alekhine)
              • 5 A:f6, A:f6; 6 e5 (Attacco Anderssen)
      • 3 c4 (Gambetto Diemer-Duhm)
      • 3 Cd2, ... (variante Tarrasch)
      • 3 Ad3 (variante Schlechter)
      • 3 e:d5, ... (variante di cambio)
        • 3 ..., e:d5; 4 Cc3, Cf6; 5 Ag5 (sv. Svenonius)
      • 3 Ae3 (Gambetto Alapin)
      • 3 e5 (variante di blocco)
  • 2 De2 (variante Cigorin)
  • 2 Cf3, d5; 3 Cc3, ... (sistema dei 2 Cavalli)
    • 3 ..., d4 (variante Rubinstein)
  • 2 f4 (variante Labourdonnais)

Barra statistica basata sui risultati di 56 partite dei tornei tematici ( 0 )
46%11%43%

( 0 ) La barra statistica ha le lunghezze dei segmenti di color bianco, grigio e nero proporzionali rispettivamente alle percentuali di vittoria del Bianco, di patta e di vittoria del Nero. E', ovviamente, un indicatore da prendere un po' con le pinze finché non sarà disputato un numero maggiore di tornei tematici su questa variante.


DownloadLibri d'apertura (2 KB, in formato Arena e ChessBase)
Download56 Partite fra motori CB e UCI ( 1 ) (22 KB, in formato PGN)


( 1 ) Torneo tematico DiFran00-A con, in ordine di classifica, Gandalf 4.32h, Gambit Tiger 2.0, Shredder 6, List 5.04, Goliath Light 1.5, Crafty 18.15, Comet B68 e InmiChess 3.06N. Partite blitz 5'+3" giocate su PC Intel Celeron 1100 con 248 MB di RAM PC133 (CPUmark 99 = 63,6; FPUmark = 6017; Deep FritzMark = 581).


Prima pagina Inizio pagina Pagina precedente Banner



Autore: Andreas Vogt ® 1998