BannerScacchi!Banner


Catalogo delle aperture - Difesa Est-Indiana

E61Difesa Est-Indiana
 Vantaggio del BIANCO:Non Disponibile

La difesa Est-Indiana è un'apertura, tutto sommato, abbastanza antica, dato che compare anche in trattati molto vecchi, ma fu inizialmente adottata senza un'idea ben precisa di che strategia il Nero dovesse seguire. È stato solo in tempi recenti, dagli anni '20 in poi, che questo impianto di gioco è cresciuto progressivamente di popolarità, grazie al sostegno ricevuto da grandi giocatori quali Euwe, Reti e Tartakower. Odiernamente la Difesa Est-Indiana occupa un posto di notevole rilievo nella panoramica delle aperture maggiormente adoperate nelle competizioni mondiali, grazie anche alla ricchezza inesauribile delle possibili continuazioni.

L'idea strategica del Nero è riconducibile a quella di tutti i sistemi Indiani, ovvero concedere al Bianco di occupare il centro con i suoi Pedoni, per poi attaccarlo concentricamente partendo dai lati ed usando tutti i pezzi disponibili. Nella Difesa Est-Indiana la pressione sul centro dei Pedoni bianchi viene in genere effettuata dal Nero con le spinte di rottura Pc7-c5 e Pe7-e5, nonché tramite la palese influenza dell'Ag7 posto in fianchetto. Naturalmente Il Bianco ha a disposizione varie contromisure: in effetti può decidere di sostenere in modo massiccio il proprio centro di Pedoni nell'intento di restringere lo spazio dell'azione avversaria, o di creare un fronte dinamico di Pedoni per un successivo attacco su uno dei due lati, oppure di sviluppare anch'egli il proprio Alfiere di Re in fianchetto per controbilanciare l'influenza del Nero sulla diagonale a1-h8 con un'analogo controllo sull'altra diagonale lunga h1-a8.

1 d4, Cf6; 2 c4, g6; 3 Cc3, Ag7;

Difesa Est-Indiana  Posizione base della Difesa Est-Indiana


Ecco le principali continuazioni:
  • 4 e4, d6;
    • 5 Ae2, O-O; 6 Ag5 (variante Averbach)
    • 5 f3 (variante Sämisch)
    • 5 Cf3 (cfr. sistema classico)
    • 5 f4 (Attacco dei 4 Pedoni)
    • 5 h3 (sistema Makagonov)
  • 4 Cf3, ...

Barra statistica basata sui risultati di 56 partite dei tornei tematici ( 0 )
55%15%31%

( 0 ) La barra statistica ha le lunghezze dei segmenti di color bianco, grigio e nero proporzionali rispettivamente alle percentuali di vittoria del Bianco, di patta e di vittoria del Nero. E', ovviamente, un indicatore da prendere un po' con le pinze finché non sarà disputato un numero maggiore di tornei tematici su questa variante.


DownloadLibri d'apertura (2 KB, in formato Arena e ChessBase)
Download56 Partite fra motori CB e UCI ( 1 ) (19 KB, in formato PGN)


( 1 ) Torneo tematico DiEsti00-A con, in ordine di classifica, Chess Tiger 14.0, Junior 8, Fritz 7, Gandalf 4.32h, Crafty 18.15, Anaconda 1.0, Pharaon 2.62 e EXchess 2.51. Partite blitz 5'+3" giocate su NB Intel Celeron M360 1400 con 248 MB di RAM DDR333 (CPUmark 99 = 167; FPUmark = 7722; Deep FritzMark = 1098).


Prima pagina Inizio pagina Pagina precedente Banner



Autore: Andreas Vogt ® 1998